Omicidio Pompili: sono stati la zia e il cognato ad uccidere Gloria

pompili

Gli assassini di Gloria Pompili sono state le due persone che la notte del 23 agosto viaggiavano insieme a lei e ai suoi due figli, di ritorno da Nettuno e diretti a Frosinone. Le indagini sulla morte della 23enne, avvenuta in una piazzola di sosta della 156, nel territorio di Prossedi, sono culminate con gli arresti disposti oggi dal Gip del Tribunale di Latina nei confronti di Loide Del Prete, 39enne cugina della madre di Gloria, e del convivente Saad Mohamed Mohamed, 23enne egiziano fratello del marito della vittima, a sua volta indagato. Gli inquirenti hanno ricostruito una storia di continue violenze dei familiari ai danni della ragazza, avviata alla prostituzione e minacciata più volte di essere privata dei figli. L’ultimo fatale pestaggio è avvenuto davanti ai loro occhi: quella sera i calci e i pugni dei parenti provocarono a Gloria la rottura di una costola e la perforazione di fegato e milza.

Share This: